Ripartiamo, distanti ma uniti!

Dal mese di Maggio i fedeli potranno tornare in chiesa per assistere alle celebrazioni liturgiche. Dovranno però essere rispettate diverse disposizioni per prevenire il rischio di contagio da Covid-19. Anzitutto, sarà necessario mantenere la distanza di sicurezza dalle altre persone al momento dell’ingresso in chiesa, prendendo posto per assistere alla funzione ed al momento dell’uscita, seguendo i percorsi prestabiliti. Bisognerà inoltre indossare sempre la mascherina e igienizzare le mani e rispettare precise misure anti contagio anche durante la Comunione. Le celebrazioni saranno seguite da volontari che aiuteranno i fedeli ad orientarsi per rispettare tutte le disposizioni

Ecco le 10 cose che dobbiamo sapere per la “ripresa” della messa. Fonte: Marcello Semeraro, vescovo di Albano, 14 maggio 2020
“Disposizioni per le celebrazioni liturgiche con il popolo”.

1. Con quale spirito assumere queste norme?
Alcune di queste “misure” sembrerebbero penalizzare il senso liturgico dell’Eucarestia e la sua bellezza, in questo momento, però, non è davvero possibile andare alla ricerca di condizioni ideali per la sua celebrazione. Questo atteggiamento, inoltre, ci farebbe dimenticare che la grazia di Dio si è sempre incarnata nella storia dei popoli, nelle sue leggi e nelle sue tribolazioni.
Nella complessa situazione che stiamo vivendo, dobbiamo procedere con umiltà e pazienza, facendo quei passi che sono possibili e nell’impegno di operare per il bene del popolo santo di Dio.

2. Ingresso consentito ai fedeli
Dal calcolo di metri quadrati di questa Chiesa e della disposizione dei posti a sedere, è consentito l’ingresso di 60 persone all’interno. Raggiunto tale limite non sarà possibile concedere ulteriori accessi.
La messa all’aperto è consentita “purché anche qui si mantengano scrupolosamente le distanze previste dall’autorità sanitaria”.

3. Temperatura corporea
È responsabilità personale, in presenza di febbre (oltre 37,5°) o altri sintomi influenzali, non uscire di casa ed avvisare immediatamente il proprio medico. La stessa disposizione vale per coloro che siano venuti in contatto con persone positive al virus negli ultimi 15 giorni.

4. Igienizzare le mani
Prima di entrare in Chiesa è necessario che tutti igienizzino le proprie mani utilizzando l’apposito dispenser.

5. Indossare la mascherina
Durante lo svolgimento delle celebrazioni, tutti i fedeli sono tenuti ad indossare la mascherina che copra naso e bocca. Senza mascherina non è consentito l’accesso in Chiesa. È possibile abbassare la mascherina solo per ricevere la comunione.

6. Rispettare la distanza interpersonale
Nella fase di ingresso e di uscita dalla Chiesa, come anche nella processione per ricevere la comunione, la distanza interpersonale richiesta è di 1,5 mt.

7. Servizio d’ordine
Alcuni componenti della comunità, identificabili tramite apposito segno distintivo, aiuteranno ad osservare le misure di sicurezza indicando percorsi e tempi di ingresso e di uscita dalla chiesa, gli spostamenti per ricevere la comunione eucaristica e richiamando, laddove fosse necessario, al comportamento a cui tutti si è tenuti per la sicurezza personale e degli altri.
Tutti siete pregati di ascoltare e osservare le indicazioni che vi saranno rivolte prima, durante e dopo le celebrazioni.

8. Occupare solo i posti indicati dagli appositi cartelli
All’interno della Chiesa occupare solo i posti indicati con apposita segnaletica mantenendo sempre la distanza minima di 1,5 mt gli uni dagli altri.

9. Comunione Eucaristica
La comunione eucaristica potrà essere accolta solamente sulle mani e senza venire a contatto con il ministro. Come fare la comunione eucaristica?

1. per ricevere la comunione i fedeli, guidati dai volontari, si mettono in fila, mantenendo sempre fra loro la distanza di 1,5 metri;

2. si rispetta il proprio turno nella fila; giunti davanti al ministro, ci si inchina;

3. ci si presenta al ministro con la mano sinistra stesa sopra la destra e con il palmo delle mani rivolto verso l’alto (senza guanti e liberi da qualsiasi altro oggetto); quando il ministro dice: Il Corpo di Cristo, si risponde: Amen;

4. una volta ricevuta la particola ci si sposta lateralmente, abbassando la mascherina e si prende la comunione in modo da non farlo di fronte al ministro, si porta l’ostia alla bocca, prendendola delicatamente con le dita della mano destra;

5. infine si torna al proprio posto e ci si raccoglie in adorazione e ringraziamento.

10. Come celebrare il sacramento della penitenza?
Sia amministrato in luoghi ampi e areati, che consentano a loro volta il pieno rispetto delle misure di distanziamento e la riservatezza richiesta dal sacramento stesso. Sacerdoti e fedeli indossino sempre la mascherina.

 

 

 
2020-05-20T15:28:06+00:00